Banner Top

MIT: pronto il decreto per finanziare le ciclovie turistiche

Se ne parlava da due anni, oggi il MIT con il ministro dei trasporti  Toninelli, predispone il provvedimento che assegnerà oltre 361 milione alla rete di infrastrutture che uniscono mobilità dolce e turismo sostenibile, a circa 5000 chilometri ciclabili.

Parte dalla Campania la“Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese”, da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE), utilizzando la strada di servizio  normalmente vietata all’accesso e al transito ordinario in quanto destinata soltanto al personale autorizzato, che corre lungo il Canale Principale dell’Acquedotto pugliese. Si tratta di circa 500 chilometri attraverso Campania, Puglia e Basilicata mettendo in collegamento alcuni tra i luoghi più belli e poco noti del Sud Italia: l’Alta Irpinia, il Vulture Melfese, l’Alta Murgia, la Valle d’Itria, l’Arneo e l’entroterra salentino. Un percorso alla scoperta di paesaggi incontaminati, lungo le tracce storiche del più grande acquedotto d’Europa. . Siglato tra Mit, Mibact e Regioni Campania, Basilicata e Puglia. Si tratta di un investimento importante che impatterà sulla qualità e lo sviluppo di aree del nostro paese, attraverso la realizzazione di interventi realizzati nel rispetto e in simbiosi con la natura e che avrà anche impatti economici sui territori coinvolti, assicurando nuovi posti di lavoro legati alla ciclabilità e al turismo sostenibile.

Cinque chilometri si aggiungono ai dieci già liberamente percorribili. Il tratto è nel cuore della Valle d’Itria, tra vigneti, mandorleti, alberi da frutta di ogni tipo e muretti a secco

 

Condividi su: