I salumi tipici campani

La regione Campana è una regione in cui sono presenti allevamenti di una razza autoctona, il maiale Nero Casertano, il ceppo suino più importante dell’Italia meridionale. Si tratta di un suino che da almeno 2000 anni popola la Campania, diffuso in particolare nella provincia di Caserta. Questa razza suina era ed è fonte di materia prima per la realizzazione dei salumi campani.

L’associazione “Officina Salumi Campani” con l’acronimo di S.O.C. vuole tutelare, promuovere, divulgare e valorizzare la produzione regionale. Sostiene la diffusione della cultura tipica dei  salumi legati per storicità e tradizione  al territorio.

E’arrivato il momento – spiega il presidente Giuseppe Di Bernardo – di certificare e valorizzare oltre alla indiscutibile qualità anche il gusto e il processo di lavorazione, con il bollino Salumi di Origine Campana i consumatori sono garantiti dall’apposito disciplinare di produzione. Importante passo in avanti sulla strada della tutela e della valorizzazione dei salumi campani. A curare i dettagli è un grande esperto del settore il professore Vincenzo Peretti del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università degli studi di Napoli Federico II, che nella sua storia professionale vanta la redazione di disciplinari di produzione di prodotti ormai di grande successo.

pieretti