Fontegreca e la sua cipresseta nel Matese

Fontegreca ridente centro del Parco Regionale del Matese è un dei luoghi più belli della provincia di Caserta, un piccolo paradiso terrestre dove si ammira e si vive la natura. Il fiume Sava attraversa Fontegreca per cinque chilometri, il borgo sorge sulle pendici del monte La Rocca ed é ricco di abitazioni storiche.

 

Nel comune di Fontegreca, ai piedi dei monti del Matese, si trova la grandiosa vallata della cipresseta, sulla montagna dei Cipressi, a ridosso del paese dove all’ingresso del bosco si trova anche il Santuario della Madonna dei Cipressi. Questa costruzione venne iniziata da un gruppo di monaci che si erano stabilito proprio in quella zona impervia, tra le rocce del Matese, sovrastante il fiume Sava  nei pressi della Grotta della Madonna, dove era stata rinvenuta da una pastorella l’immagine della Madonna. Alle spalle di tale santuario è possibile osservare tracce delle celle dei monaci; la piccola chiesa della Madonna dei Cipressi fu ricostruita nel XVII secolo e presenta tuttora belle maioliche. Ritornando alla cipresseta c’è da dire che è un’estensione naturale di cipresso denominato bosco dei Zappini che risale, secondo la leggenda, fino al tempo degli antichi greci. Questo magnifico bosco, in una zona ricca di oliveti e vigneti, ha falde acquifere che rendono il terreno straordinariamente fertile dove esiste un miracolo della natura: un bosco verticale di cipressi di una varietà unica al mondo e unico in Italia ad avere una grande estensione di circa 40 ettari.

Pagina Facebook