Avellino, la Provincia per “Destinazione Irpinia”

Nella sala Grasso di Palazzo Caracciolo ad Avellino c’è stato il primo confronto voluto dal Presidente della Provincia avv. Domenico Biancardi, per lo sviluppo della promozione turistica e culturale dell’Irpinia. Il primo incontro è stato di un tavolo tecnico dove Biancardi ha invitato i comuni a partecipare in un cambiamento culturale sotto l’aspetto turistico e promozionale, facendo emergere le potenzialità del proprio territorio, la storia. l’arte, i parchi, le chiese e le tradizioni; mettendo insieme una rete territoriale di valorizzazione del proprio patrimonio e promuovendo tutte le aree di grande interesse storico.


Importante sarà la convocazione delle istituzioni scolastiche provinciali. Ci sarà lo scambio culturale di tutti gli alunni della provincia invitandoli a spostarsi in altri territori per la conoscenza
Il progetto “Sistema Irpinia” si porterà avanti sul modello di Avella città di cui è sindaco il Presidente, creando una piattaforma di attrazione turistica per l’Irpinia.
Creazione della fondazione “Destinazione Irpinia” fondata dalla Provincia di Avellino che rivestirà il ruolo per le compete di indirizzo e di controllo con un regolamento di funzionamento ed una carta dei servizi.
Realizzare un ufficio di informazioni turistiche e accoglienza (Siat) in ogni paese attrattore.
Molto importante sarà il ruolo delle Pro Loco che con il Nucleo di Vigilanza e Promozione avranno la funzione di supportare, gestire, valorizzare e promuovere il patrimonio.
Apertura di una rete informatica che arrivi a tutti.
Abbiamo tutto per poter primeggiare: gastronomia, vino, beni culturali, musei, paesaggi… uno scenario a cielo aperto, ma purtroppo siamo ultimi in Campania e forse nel resto d’Italia per la promozione turistica.


Prima dei lavori, il Sindaco di Avella ha voluto premiare con una targa il sedicenne Michele Santaniello, irpino di Lauro, vincitore della terza edizione del premio Prodigi in programma su Rai 1 da una giuria di cui hanno fatto parte Pippo Baudo, Beppe Vessicchio, Serena Autieri.