Sannio Falanghina “Città europea del Vino 2019”

Sannio Falanghina “Città europea del Vino 2019”, il prestigioso riconoscimento assegnato al territorio beneventano da Recevin, la rete delle 800 città del vino presenti in 11 Paesi europei.

Il riconoscimento assegnato alla falanghina, il 10 ottobre 2018, da Recevin, in Bruxelles, nella sede del Parlamento europeo, ai comuni di Guardia Sanframondi (capofila), Castelvenere, Sant’Agata dei Goti, Solopaca, Torrecuso e Benevento, ha segnato senza dubbio una svolta per il nostro territorio. Il 25 marzo, a Matera, la capitale europea del vino incontrerà la capitale europea della cultura per presentare il progetto “BioWine” (BIOlogical Wine Innovative Environment), asset portante e fondante del dossier inviato a Bruxelles a supporto della candidatura.

Un distretto del vino con 17 Comuni che hanno deciso di aderire all’associazione Città del Vino: Telese, Montesarchio, Dugenta, Amorosi, Bonea, Campoli del Monte Taburno, San Lorenzo Maggiore, Melizzano, San Lorenzello, Faicchio, San Lupo, Cerreto, Vitulano, Frasso Telesino, Paupisi, Foglianise, Ponte.

Mauro Felicori (già direttore Reggia di Caserta) sarà l’Ambasciatore nel mondo di “Sannio Falanghina”. Sabato 23 marzo alle ore 18, presso il Castello Medievale di Guardia Sanframondi, si terrà la cerimonia di conferimento ufficiale del titolo dal sindaco Floriano Panza, comune capofila del progetto.

All’evento “Falanghina Day – Esperienze, identità e gusto del celebre vitigno”, saranno presenti il sindaco di Guardia e l’assessore al Turismo del Comune Morena Di Lonardo, il CEO Followine, Fabio Guida, il consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Agricoltura, Mino Mortaruolo.