Buco Nero, scattata la prima foto

Scattata la prima foto di un buco nero, l’oggetto più misterioso dell’Universo, è stata finalmente catturata. 10 aprile 2019 alle 15:00 (ora di Bruxelles) la Commissione europea presenta una scoperta straordinaria con la collaborazione scientifica internazionale di circa 200 scienziati del progetto Event Horizon Telescope.

Un gruppo di otto radiotelescopi da terra che opera su scala planetaria, nato grazie a una collaborazione internazionale e progettato con lo scopo di catturare le immagini di un buco nero. Oggi cattura la prima immagine di un buco nero al centro di Messier 87, un’enorme galassia situata nel vicino ammasso della Vergine. Questo buco nero dista da noi 55 milioni di anni luce e ha una massa pari a 6,5 miliardi e mezzo di volte quella del Sole.

Sei conferenze stampa contemporanee, a Santiago del Cile, Shanghai, Tokyo, Taipei, Washington e Bruxelles. Dalla capitale del Belgio, la Commissione Europea ed il Commissario Europeo per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione Carlos Moedas – con il Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) ed esperti del progetto EHT, svelano qualcosa che è stato annunciato come rivoluzionario, un’impresa scientifica senza precedenti, una pietra miliare nell’astronomia.

Tra gli italiani del team di Eht c’è anche l’astrofisico Ciriaco Goddi, ex ricercatore dell’Inaf, attualmente in forza all’Università di Nijmegen e Leiden (Olanda) e membro del gruppo di ricerca dell’Event Horizon Telescope. Sono stati diversi gli scienziati italiani che hanno preso parte alla ricerca. Oltre a Ciriaco Goddi ci sono Luciano Rezzolla (Università di di Francoforte), coinvolto nel progetto fin dal 2014, poi va segnalata la ricercatrice Mariafelicia de Laurentis, ora professore ordinario all’università di Napoli (si è unita al gruppo di Francoforte come esperta di teorie della gravitazione tre anni fa). Nel 2018 sono stati poi coinvolti altre due ricercatrici dell’Inaf, Elisabetta Liuzzo e Kazi Rygl, che sono tra i protagonisti della rivoluzionaria osservazione del gigantesco buco nero.