Mobilità ferroviaria in Campania per il turismo

La mobilità ferroviaria in Campania per il turismo vedrà alta velocità e treni storici in chiave turistica. Saranno in funzione treni storici e nuovi itinerari per gli scavi archeologici, la reggia di Caserta e l’area Flegrea. Le aree interne avranno treni dedicati come il Sannio express (turisti e fedeli possono raggiungere, da Benevento, Pietrelcina, lungo il percorso della fede verso i luoghi natii di San Pio)  e Irpinia Express (118 chilometri immersi nel verde da Benevento e Avellino fino al cuore dell’Irpinia.). E’ la ricca offerta di mobilità in treno che la Regione Campania e Ferrovie dello Stato che lanciano per l’estate 2019 e anche per il 2020.  Recuperato linee storiche nell’anno internazionale del ‘turismo lento’ ma anche potenziato l’alta velocità da aprile ad a ottobre per il Cilento (Freccia rossa da Milano a Sapri per favorire la mobilità nei luoghi simbolo della Campania) e presto ci sarà un treno che collega Napoli ad Assisi

Nel 2019 sono previsti oltre 40 collegamenti in treno storico, promossi in collaborazione con l’assessorato al Turismo della Regione Campania. Il convoglio storico Pietrarsa Express collega in soli 20 minuti Napoli Centrale al Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa; il Reggia Express che ferma al Palazzo Reale borbonico di Caserta; Archeotreno Campania che parte dal centro di Napoli per Pompei, Ercolano, Paestum, Ascea e Sapri, le destinazioni archeologiche più famose della regione.