Francigena del Sud, 900 Km da Roma a Leuca.

Nasce la via Francigena del Sud, un tracciato di 900 km da Roma a Leuca, che riporta alla luce antiche vie medievali. Le regioni italiane che saranno interessate dal nuovo percorso sono Lazio, Campania, Basilicata, Molise e Puglia.

È nata a Bari la Francigena del Sud. Il voto dell’Assemblea Generale dell’Associazione Europea delle Vie Francigene ha ratificato l’estensione della certificazione di “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa” della Via Francigena da Roma alla Puglia (verso Gerusalemme). Sarà possibile, così, viaggiare a piedi da Canterbury all’estremità della Puglia, un unico itinerario, di circa 3.200 km. Il prossimo anno arriverà anche una guida. La creazione del tratto meridionale della Francigena è stata strategica perché molti territori, per esempio quelli del Sud Italia, potranno diventare baricentri nella rete di itinerari e di relazioni nell’area mediterranea. Inoltre, non ci saranno più due cammini distinti, del Nord e del Sud, ma uno un unico che corre tutto lunga l’Europa, un’infrastruttura di turismo lento con segnaletica uniforme e strutture di accoglienza certificate che propone una nuova visione del viaggio per il Vecchio Continente, a impatto zero e sostenibile.

Il percorso della Francigena del Sud, che da Roma corre verso sud fino a Terracina per poi dirigersi verso l’interno della Penisola passando per Teano, Alife, Benevento. Per il nostro territorio potrà essere occasione di sviluppo turistico, grazie alla sempre più crescente voglia di turismo lento. Ariano Irpino, Buonalbergo, Casalbore, Castelfranco in Miscano, Ginestra degli Schiavoni, Greci, Montecalvo Irpino, Paduli, Sant’Arcangelo Trimonte, Savignano Irpino, Zungoli e ne fanno parte anche la Comunità Montana del Fortore e la Comunità Montana dell’Ufita.

900 km di storia, tradizione e territorio che camminatori più o meno esperti potranno conoscere e attraversare in circa un mese, accompagnati da una guida ufficiale (che sarà operativa nel 2020). Abbiamo l’opportunità di goderci un turismo lento e sostenibile grazie a questo.