Coldiretti, l’agricoltura italiana è la più green d’Europa”

Da un’analisi Coldiretti/Symbola (fondazione che promuove e aggrega le Qualità Italiane) diffusa in occasione della presentazione del Rapporto Greenitaly emerge che l’agricoltura italiana è oggi la più green d’Europa, con 295 specialità Dop/Igp/Stg riconosciute e con 415 vini Doc/Docg, l’agricoltura italiana è la più green d’Europa, con una crescita che ne alimenta il successo in tutto il mondo. il nostro Paese vanta anche la leadership nel biologico con 72mila operatori che hanno deciso di non coltivare organismi geneticamente modificati (Ogm). Non solo. In base a quanto contenuto nel “Rapporto sulla competitività dell’agroalimentare italiano”, redatto da Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), l’agricoltura italiana è in prima linea anche nella promozione della biodiversità. Sono, infatti, 40mila le aziende agricole impegnare nel custodire semi o piante a rischio di estinzione.

La Coldiretti ci fa sapere che l’Italia è ai vertici mondiali per aree coltivate in agricoltura biologica con 1,95 milioni di ettari nel 2018 pari al 15,5% della superficie agricola ma è anche leader globale nelle produzioni di qualità con 5.155 prodotti agroalimentari tradizionali e con il 20% in più di prodotti a denominazione di origine (Dop, Igp e Stg) rispetto alla Francia e il 147% in più di quelli registrati dalla Spagna. Anche per quanto riguarda la sicurezza alimentare. Fra i cinque Stati europei più importanti dal punto di vista dell’agricoltura, l’Italia è, infatti, quello con il minor numero di prodotti con residui chimici oltre i limiti di legge con appena lo 0,8% del totale contro l’1,3% della media Ue o il 5,5% dei prodotti extracomunitari.

L’Italia che è leader europeo nella trasparenza e nella qualità ha il dovere di fare da apripista nelle politiche alimentari comunitarie anche con una profonda revisione delle norme comunitarie.  Deve dunque difendere il proprio patrimonio agricolo e la propria disponibilità di terra fertile, una risorsa strategica per avviare una nuova stagione di sviluppo economico e lavoro.