News

Progetto innovativo per ridurre l’impatto sismico sui territori: Caesar II

Progetto Caesar ll, uno dei progetti piu’ innovativi nell’ambito della gestione del rischio sismico e della pianificazione territoriale. Il suo acronimo sta per “Controllare, mitigare e gestire l’Emergenza Sismica: Analisi costi-benefici e multi-criterio di scenari di impatto per la Riduzione del Rischio e l’incremento della Resilienza”.

Il progetto Caesar ll, prevede la possibilità per tutti i comuni italiani di avere accesso on line, semplicemente accedendo al sito del Progetto, di uno strumento – un vero e proprio kit di riuso – che, implementato, è in grado di fornire informazioni cruciali (numero di edifici persi, di decessi attesi, di feriti) in merito alla vulnerabilità dei rispettivi territori con una griglia di risoluzione di 250 metri per lato. Più o meno a livello di singolo quartiere. Primi comuni a fare da pilota per questa iniziativa sono stati i Comuni di Cava de’ Tirreni in Provincia di Salerno, Grumento Nova in provincia di Potenza e Nicolosi in Provincia di Catania.

È realizzato con il Centro Studi Plinivs struttura operativa del Centro Interdipartimentale “Raffaele d’Ambrosio” – LUPT,  dell’Università degli studi di Napoli Federico II, la Regione Campania, dal Dipartimento della Protezione civile della Regione Sicilia, dal Comune di Nicolosi (CT) e dal Comune di Grumento Nova (PZ).

leggi tutto

Il Coronavirus potrebbe avere ricadute devastanti sul turismo in Italia

Sempre più paesi sconsigliano i viaggi in Italia, una mazzata per il turismo. La diffusione del coronavirus e le misure assunte per limitare i flussi di viaggiatori stanno avendo pesanti conseguenze (500 mila arrivi persi solo a febbraio). Dalle compagnie aeree e alle società di trasporto, dai tour operator alle catene alberghiere. Quindi nel 2020 l’emergenza coronavirus potrebbe generare una contrazione della spesa turistica, e il suo indotto, di ben 5 miliardi. Non solo per alberghi e bed&breakfast, ma anche bar, ristoranti e attività commerciali.
Sospese tutte le gite scolastiche in Italia per un mese per limitare al massimo il rischio di diffusione dell’epidemia da coronavirus; soprattutto in Veneto e in Lombardia, regioni che sono state dichiarate a rischio di contagio. Si aspettano un crollo delle prenotazioni per i ponti pasquali e primaverili.
“La situazione è fuori controllo e di una gravità assoluta. Noi ci aspettiamo un intervento forte e mirato del Governo – dice la presidente della Federazione Italiana Associazione Imprese Viaggi e Turismo, Ivana Jelinic – perché le imprese turistiche (che muovono il 13% del Pil di questa nazione) non possono essere lasciate da sole. Se crolla il turismo, non ce n’è per nessuno”.
Gli esperti, i medici, gli infettivologi, l’Organizzazione mondiale della sanità continuano a ripeterlo ma la psicosi rischia di impossessarsi degli italiani. Quello che però dovrebbe far riflettere è il numero nel mondo delle persone che sono guarite salito a 28mila. Di fatto si guarisce da questo virus e succede nella maggior parte dei casi, come ripetono i virologi. Certamente le misure adottate nelle regioni focolaio o in quelle dove si sono verificati al momento sporadici casi, hanno il fine di contenere la diffusione.
Strade deserte, negozi presi d’assalto come se ci si dovesse preparare alla guerra e una paura che insinua quasi ogni casa italiana. Spesso anche i media contribuiscono ad alimentare la psicosi soprattutto attraverso la diffusione di fake news. Da una parte c’è la corretta informazione che spiega e dà voce agli esperti qual è la situazione, dall’altra ci si imbatte spesso in titoli sensazionalistici e acchiappa click che invece non aiutano.

 

 

leggi tutto

Cooperative di comunità, sono legge in Campania.

Il Consiglio regionale della Campania ha approvato la legge “Disposizioni in materia di cooperative di comunità”, realtà che in questi anni sono nate dal basso per mettere in rete bellezze del territorio, competenze e l’appartenenza ad una terra. Rappresenta una conquista per le Aree Interne della Campania ricche di risorse naturali, di giovani e talenti, ma povera di lavoro. Tra le possibilità c’è anche la rigenerazione urbana, la qualificazione dei beni comuni, il recupero dei centri storici.

Un modello di innovazione sociale grazie al quale i cittadini diventano, allo stesso tempo, produttori e fruitori di beni e servizi, in sinergia con le istituzioni, le associazioni e le imprese di un determinato territorio, una chiave per il futuro soprattutto a rischio spopolamento.

Seduta pomeridiana del Consiglio regionale – 10/02/2020

Il mio intervento in Aula sulla proposta di legge a mia firma in materia di cooperative di comunità, che nella giornata di ieri ha ricevuto un'approvazione unanime da parte di tutto il Consiglio regionale.

Pubblicato da Maria Ricchiuti su Martedì 11 febbraio 2020

leggi tutto

Festa dei musei, la notte europea che promuove la cultura

Sabato 18 maggio 2019 si celebra la quarta edizione della Festa dei Musei, grande evento nazionale organizzato dal Ministero per i beni e le attività culturali nel terzo fine settimana di maggio. Per l’occasione, i musei, i complessi monumentali, le aree e i parchi archeologici proporranno un ricco calendario di iniziative e attività aperte al pubblico. Coinvolge migliaia di musei di 30 paesi di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea.  La sera molti istituti aderiranno con tre ore di apertura straordinaria serale e ingresso al costo simbolico di 1 euro.

Anche Napoli e la sua provincia aderisce alla Notte Europea dei Musei che si terrà il 18 maggio 2019. La Festa giunge alla sua quarta edizione e, oltre alle aperture serali, prevede anche varie iniziative in tanti monumenti, parchi e scavi archeologici.

Dalle ore 20,00: Museo Archeologico Nazionale, Museo di Capodimonte, Scavi di Pompei, Ercolano, Oplontis e Boscoreale, Reggia di Caserta.

Beni Culturali Mibac

leggi tutto

Verona, successo della Campania a Vinitaly

Successo della Campania al Vinitaly di Verona. Dopo quattro giorni di eventi, degustazioni, presentazioni, premi si è conclusa con numeri in grande crescita la partecipazione della Regione alla più grande manifestazione dedicata al mondo del vino. Il padiglione, 5600 metri quadri di superficie, affollatissimo, le due sale di degustazione sempre piene per tutta la durata della manifestazione fanno stimare un aumento di visitatori agli stand campani di circa il 20% rispetto all’anno precedente. 

Verona ha visto la partecipazione di tante aziende vinicole campane nel corso dei quali, grazie anche alla collaborazione di Unioncamere Campania, si sono messe in vetrina in modo compatto sotto un’unica denominazione di Regione Campania e mostrando al mondo le proprie eccellenze. Un appuntamento contraddistinto dalla concomitanza nell’anno con due grandi eventi, da un lato la celebrazione di “Sannio Falanghina” città europea del vino, dall’altro l’Universiade di Napoli 2019. 

leggi tutto

Buco Nero, scattata la prima foto

Scattata la prima foto di un buco nero, l’oggetto più misterioso dell’Universo, è stata finalmente catturata. 10 aprile 2019 alle 15:00 (ora di Bruxelles) la Commissione europea presenta una scoperta straordinaria con la collaborazione scientifica internazionale di circa 200 scienziati del progetto Event Horizon Telescope.

Un gruppo di otto radiotelescopi da terra che opera su scala planetaria, nato grazie a una collaborazione internazionale e progettato con lo scopo di catturare le immagini di un buco nero. Oggi cattura la prima immagine di un buco nero al centro di Messier 87, un’enorme galassia situata nel vicino ammasso della Vergine. Questo buco nero dista da noi 55 milioni di anni luce e ha una massa pari a 6,5 miliardi e mezzo di volte quella del Sole.

Sei conferenze stampa contemporanee, a Santiago del Cile, Shanghai, Tokyo, Taipei, Washington e Bruxelles. Dalla capitale del Belgio, la Commissione Europea ed il Commissario Europeo per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione Carlos Moedas – con il Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) ed esperti del progetto EHT, svelano qualcosa che è stato annunciato come rivoluzionario, un’impresa scientifica senza precedenti, una pietra miliare nell’astronomia.

Tra gli italiani del team di Eht c’è anche l’astrofisico Ciriaco Goddi, ex ricercatore dell’Inaf, attualmente in forza all’Università di Nijmegen e Leiden (Olanda) e membro del gruppo di ricerca dell’Event Horizon Telescope. Sono stati diversi gli scienziati italiani che hanno preso parte alla ricerca. Oltre a Ciriaco Goddi ci sono Luciano Rezzolla (Università di di Francoforte), coinvolto nel progetto fin dal 2014, poi va segnalata la ricercatrice Mariafelicia de Laurentis, ora professore ordinario all’università di Napoli (si è unita al gruppo di Francoforte come esperta di teorie della gravitazione tre anni fa). Nel 2018 sono stati poi coinvolti altre due ricercatrici dell’Inaf, Elisabetta Liuzzo e Kazi Rygl, che sono tra i protagonisti della rivoluzionaria osservazione del gigantesco buco nero.

leggi tutto
1 2 3 15
Pagina 1di15