Benevento

Funghi e sagra a Cusano Mutri in provincia di Benevento

Un evento che ormai è diventata un punto di riferimento imprescindibile nel panorama delle manifestazioni in Regione Campania. Nel caratteristico borgo del Sannio, un antico borgo medievale che si trova nel cuore del Parco Naturale del Matese, dal 22 settembre all’ 8 ottobre, torna la Sagra dei Funghi porcini, tre settimane dedicate ai dominatori indiscussi del sottobosco cusanese, all’enogastronomia, alla cucina tradizionale, alle tipicità del territorio.  Numerosi gli stands gastronomici allestiti nel centro storico del Paese, che durante i week-end resteranno aperti anche a pranzo, con la possibilità di degustare svariate pietanze a base di funghi sapientemente preparate dai ristoratori cusanesi. I tanti stand che verranno allestiti in piazza Orticelli, propongono tanti ottimi sapori autunnali delle terre beneventane a base di saporiti funghi porcini locali che verranno preparate in accordo con i ristoratori della zona ma non mancheranno anche tanti buoni prodotti locali a base di carni, salumi, formaggi e prodotti da forno.  Appuntamenti folkloristici, canti popolari, spettacoli in piazza, mostre ed esibizioni, escursioni per ammirare i paesaggi e la flora e la fauna dell’area matesina oltre a visite guidate alle bellezze storiche ed architettoniche del centro storico di Cusano Mutri tra piazzette, vicoli e chiese rimaste inalterate nel tempo; percorsi naturalistici di incomparabile bellezza e tanto altro ancora.

programma musicale – programma cultura e divertimento

 

leggi tutto

Nestlé, investimento per ‘hub’ pizza Buitoni a Benevento

Investimento Nestlè da circa 50 milioni di euro nello stabilimento Buitoni di Benevento, che diventerà un hub per la produzione di pizze surgelate. Una parte dei finanziamenti è erogata dal ministero dello Sviluppo economico (attraverso Invitalia) e dalla Regione Campania. 150 nuovi posti di lavoro entro il 2020, in una fabbrica che a regime produrrà fino a 350 pizze al minuto.

«Un’eccellenza italiana nel mondo»,  E’ Benevento la città dove il gruppo Nestlé ha deciso di produrre la pizza surgelata “Made in Italy” da esportare in tutto il mondo. Il progetto, che intende trasformare lo stabilimento della Buitoni di Benevento in un hub internazionale della pizza surgelata, è stato presentato nel capoluogo sannita alla presenza del ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno Claudio de Vincenti e del governatore della Campania Vincenzo De Luca, accolti dai vertici del gruppo internazionale, Leo Wencel (capo Mercato Gruppo Nestlé Italia) e da Massimo Ferro (direttore Corporate Stategy Gruppo Nestlé Italia).

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca fa una raccomandazione per i prodotti campani rispetto al nuovo investimento milionario della Nestlè nel Sannio.  “utilizzate prodotti locali, come il pomodoro, la mozzarella ,l’olio … prodotti nella nostra regione e che tutti gli altri lo siano. Voi avete un compito difficile, dimostrare che ci possa essere una pizza di qualità surgelata, noi saremo i principali verificatori del vostro prodotto”.

 

leggi tutto

Parco del Grassano, oasi naturalistica a Telese Terme (Bn).

Perla naturalistica della Valle Telesina, nel beneventano, il Parco del Grassano è una delle oasi più belle della Campania, un patrimonio incantato che ogni anno attira tantissimi visitatori. La ridente cittadina di S. Salvatore Telesino è solcata da un singolare corso d’acqua “Rio Grassano” che, dopo un lungo percorso sotterraneo, emerge in superficie creando un suggestivo ed ameno sito naturalistico, ha una superficie di circa 120.000 mq ed è attraversato in tutta la sua lunghezza dal Rio Grassano. Il complesso delle sorgenti che costituiscono il Rio Grassano sono alimentate dalle acque sotterranee del settore orientale del Matese.

Le acque sono così limpide e trasparenti che si può ammirare il fondo con la presenza di varie erbe acquatiche che formano un’armonia di colori unici nel genere,  le fresche acque incontaminate e cristalline danno la possibilità di bere direttamente dalla fonte. E’ l’habitat ideale per diverse specie di uccelli acquatici ivi presenti durante le varie stagioni dell’anno. Il Parco del Grassano è una perla naturalistica conosciuta fin dai tempi degli antichi, incastonato nella suggestiva valle telesina. Tra vestigia romane, castelli medievali e caratteristici paesini si rivela un’oasi che regala la possibilità ai bambini ed adulti di avvicinarsi alla magia della natura.

All’interno del Parco le attività da fare sono svariate e interessanti; alcuni amici hanno percorso il fiume in canoa, altri in kayak. altri si sono dedicati ad una passeggiata tra flora e fauna, ad una lettura o all’ascolto di musica al sole, a giri in barca, ad attività sportive, gite a cavallo o semplicemente all’ascolto di quella melodia tipica della natura.

leggi tutto

Giornata delle Oasi 2017 – Pannarano (Bn)

Domenica 21 maggio sarà un vera e propria festa della Natura d’Italia e per la speciale occasione saranno aperte al pubblico, gratuitamente, le Oasi del WWF e le 130 Riserve gestite dall’Arma dei Carabinieri. Sarà un’edizione per parlare anche di futuro, di ambiente e nuove generazioni, che coinvolgerà in modo molto concreto, il mondo dei giovani e dei giovanissimi. Saranno oltre 200 le Oasi, i parchi e le riserve che si potranno visitare per scoprire i tesori nascosti della natura, per celebrare la biodiversità del nostro Paese, ricchissimo di ambienti e specie naturali.

L’Oasi WWF “Montagna di Sopra” di Pannarano (Bn) ha aderito a questa grande festa con un ricco programma di iniziative e dedicando l’intera giornata (“S.O.S. FORESTE: UNO SGUARDO SUL FUTURO”) alle Foreste ad alla “Faggeta” dell’Oasi, per chi ama la natura e vuole conoscerla, proteggerla per garantire un futuro migliore alle generazioni future. L’evento a cadenza annuale è organizzato sul territorio Nazionale da tutte le Oasi WWF e le Organizzazioni Associate WWF, per promuovere le iniziative del brand di rilevanza e fama mondiale.

“S.O.S. FORESTE: UNO SGUARDO SUL FUTURO”
I volontari del WWF Sannio e lo staff dell’Oasi “Montagna di Sopra” vi invitano a trascorrere una giornata dedicata alla conoscenza della biodiversità delle foreste, all’importanza della faggeta del Partenio ed alla scoperta di produzioni locali di qualità. Con la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e il Patrocinio del Comune di Pannarano

PROGRAMMA
– 9,00: Ritrovo all’Oasi e presentazione della giornata (Località “Acqua delle Vene” – 1185 m.)
– 10,00: Escursione guidata “Canale della neve (1220 m.) – Ciesco Bianco (1589 m).” Ripida ascesa verso la cresta del Partenio, alla scoperta della biodiversità della faggeta e delle antiche “opere” della civiltà montanara: “neviere” e “carbonaie”. Panorama mozzafiato con vista del massiccio del Taburno-Camposauro, del Matese, del Vesuvio e del Golfo di Napoli. Lunghezza: 3,0 km (A/R) – Dislivello: 369 m. – Durata: 2,30 h. (A/R) – Libera donazione
– 11,00 – 17,00: Esposizioni artistiche, laboratori e produzioni tipiche locali
Tornitura artistica del legno e sue creazioni, a cura del maestro Silvio Capossela; creazioni in legno e argento, a cura dell’artista Antonio Genovese; prodotti tipici locali (tartufi, porcini e derivati), a cura della Cooperativa Acerone; apicoltura e miele, a cura di Antonio Covino.
– 13,30:A tavola tra riflessioni ed allegria
Momento conviviale con consumazione di un “rustico” pasto (bruschette al pomodoro, fettuccine ai funghi porcini, “braciata” di maiale – bistecca e salsiccia – con insalata verde e “contadina”, vino locale e caffè)
È richiesto un contributo di 13,00 € ed occorre prenotarsi entro venerdì 19
– 15,30:S.O.S Foreste: un ecosistema in pericolo
Effetti del cambiamento climatico sulle foreste dell’Appennino centro meridionale. Analisi ed approfondimenti a cura di Maurizio Zotti

Attrezzatura e abbigliamento: scarponcini, giacca a vento, macchina fotografica e … amore per la natura!

Pannarano, Loc. Acqua delle Vene

http://rifugioacquadellevene.blogspot.it/

Referente per informazioni su l’iniziativa: Costantino Tedeschi – 3398305044

leggi tutto

La Bella Dormiente del Sannio

Appartenente all’Appennino Campano, il Massiccio del Taburno-Camposauro ha un insieme di montagne che sono somiglianti ad un profilo femminile disteso a cui è stato dato il nome di “Dormiente del Sannio”. Dalla città di Benevento il profilo del massiccio assume le sembianze di una donna supina, con i piedi verso la valle Caudina e la testa (Monte Pentime) verso la valle Telesina. La zona è ricca di acqua con numerose sorgenti poste alle sue pendici; in particolare quelle storiche del Fizzo, localizzate tra i comuni di Bonea e Bucciano, che attraverso il monumentale acquedotto Vanvitelliano,  alimentano le cascate della Reggia di Caserta.

 

In questo suggestivo ambiente, in un contesto ricco di antiche tradizioni, l’uomo è stato sempre presente  dedito alla pastorizia ed alla coltivazione della terra. Immerso in una natura incontaminata fa rivivere e riscoprire un mondo ormai dimenticato. Reperti, chiese rupestri, leggende, guerre, terremoti, eroismi… testimoniano il suo  straordinario profilo, che hanno dato corso alle vicende del Sannio.

 

Il Monte Taburno, Camposauro ed il Monte Pentime, formano il profilo di questa donna che è diventato uno dei simboli della città. Dal paese di Bucciano sino al paese di Vitulano, ci sono 45 km e lungo il percorso si alternano tratti in splendide faggete, magnifici pianori e tratti di cresta con magnifici scorci panoramici sull’intera Campania con la vista che può spaziare fino alle pendici del Molise e del basso Lazio. Dal Taburno, cima più alta del gruppo con i suoi 1394 m, si può ammirare un magnifico panorama sui Monti del Partenio la piana del Volturno e Caserta, il Vesuvio i Monti Lattari e l’isola d’Ischia.

leggi tutto
1 2 3
Pagina 2di3